19-Giugno-2018 – Progetto ICTUS IN SALUTE un successo che sarà riproposto A.L.I.Ce.2018-09-09T09:20:36+00:00

Project Description

19-Giugno-2018 – Progetto ICTUS IN SALUTE un successo che sarà riproposto A.L.I.Ce.

A.L.I.Ce. Carpi comunica che Martedì 19 Giugno 2018 si è conclusa la prima edizione del “Progetto ictus in salute”.
Il progetto, per il primo anno sperimentale, interamente finanziato da A.L.I.Ce, ma condotto in partnership con AUSL e Unione delle terre d’argine, nasce da un’idea del dr. Ruggero Vio, Fisioterapista, già impegnato nella Stroke Unit dell’Ospedale di Carpi, che ha raccolto in una tesi-progetto di miglioramento elaborato per un Master Universitario.

A.L.I.Ce. Carpi ha visto nel progetto un razionale largamente condiviso: i pazienti colpiti da ictus, completata una fase di assistenza in acuto e il ciclo riabilitativo, al ritorno a casa attraversano un periodo di difficoltà pratica ed emotiva, dovuto a frequente depressione, ansia di inadeguatezza, difficoltà legate ad un ambiente domestico, spesso non più adatto ai loro limiti (piccoli o grandi), dubbi di ogni genere sulla quotidianità e sugli aspetti medici, preoccupazione per i rischi di recidiva.

Si è quindi sviluppata, da marzo a giugno, presso il Centro Sociale Graziosi, questa iniziativa, articolata in incontri settimanali imperniati in conferenze didattiche tenute da esperti di vari aspetti dell’ictus (Neurologo, Fisiatra, Fisioterapista, Logopedista, Dietista, Assistente sociale, Medico di famiglia, Infermiere, Persona colpita da ictus, Medico dello Sport), seguite da sedute di attività motoria sotto la guida di esperto Laureato in scienze motorie.
I destinatari fruitori del progetto sono state persone colpite da ictus di medio-lieve gravità nei mesi scorsi, accompagnati da familiari e caregiver. Si è insistito sull’addestramento ad apprendere esercizi da eseguire alla conclusione del corso, per garantire continuità di azione benefica.

Nel corso del pomeriggio di chiusura il Presidente di ALICe, Maurizio Calestrini, dopo aver tracciato un soddisfacente consuntivo, ringraziato i volontari coinvolti, ha potuto dare il felice annuncio che il progetto potrà avere un seguito nei prossimi anni, incrementando il numero di beneficiari, potendo contare ancora sulla generosità degli amici, associazioni ed enti che permetteranno di continuare il progetto.

L’Assessore alle Politiche Sociali Daniela De Pietri e la Direttrice del Distretto AUSL Stefania Ascari, hanno sottolineato l’importanza di questa iniziativa e del legame con le Istituzioni da loro rappresentate, portato avanti da Associazioni di Volontariato, coordinate sempre dal prezioso ruolo di stimolo e collante della Fondazione Casa del Volontariato di Carpi (rappresentata dall’amico Carlo Alberto Fontanesi).